google-site-verification=7uKx5_fN3o3T5QzA32ghvf9sBTlYQ7L5-Vdakr72l3Q The Treasure Chest - A leap to transformation (EN - IT)

The Treasure Chest - A leap to transformation (EN - IT)

Updated: Apr 13



(Italian below / Italiano in fondo) If you want to take a leap…


I’m so happy to open my “Treasure Chest” and show you a glimpse of a journey of transformation, sharing with you both the video of me being interviewed by "The Coost" (showcasing women artists from Montreal) and the video trailer of that show, mentioned in the interview.


The Treasure Chest is a 30-minute dance show I perform within my workshop "Dedicated to Women - The Goddess within". For this reason I call it a "workshow".


The power of dance has been used since the beginning of time in ceremonies and rituals, and dance is one of the means I use to convey specific energies and transmit different "states of consciousness" to my audience. But for the first time I felt compelled to create a five-steps performance, in order to transmit four specific levels of initiation, plus a fifth one which integrates the previous four.

In fact, the Treasure Chest is about the Moon phases, the correspondent Goddess archetypes, Nature, its Seasons and Elements, and the connections between all of the above with womanhood. It's about “rites of passage” and those inner rhythms from which too often we live disconnected.


The Treasure Chest is about rebirth, and about turning “lead into gold” - turning challenges and limitations into resources and opportunities. When I speak of "limitations", I always speak both about what we perceive as a limitation in our life, and about the limitations of our ego, compared with our True Self.

It’s about women’s resilience and beauty.


It’s about integration, healing and the acknowledgment that there is no spiritual awareness without a body through which we can experience life.

The Treasure Chest is about skin shedding, about love, passion, grief and rebirth.

Recently I have been grieving because I have to let go something I love, that has been part of my job for many years. I am going through a deep skin shedding thanks to the embodiment of that "fire of transformation” which now, instead of “burning inside” painfully, is finally reshaping my lifestyle.

I am taking a leap forward toward integration, acknowledging the interconnection of spirit and matter, light and darkness, in the Oneness.


It takes so long, sometimes, to understand what has to be changed in order to express our true self and nature. I am lucky because when I started suffering from symptoms of CFS/ME I already had tools, awareness, knowledge and expertise to understand which steps to take in order to “turn venom into medicine” or “lead into gold”.

Some people keep saying that “it’s not easy at my age” to make such a turn and take such a leap, leaving something I love to do and so rewarding, that in my case is my work as a bodyworker giving Rolfing Structural Integration session. But despite being 54, I feel ageless, and I believe that the impossible can be turned into possible.

Years ago I heard the call to teach, to share both the Move In Mind method I created to help people to improve mind-body balance, and the path to healing and self-realization I'm walking on since my teenage.

But… Bodywork has been a “ground” making me feel always so comfortable, and that now has become a limitation keeping me stuck on a metaphorical island surrounded by a river…. just because instead of jumping to the other side of the river I continued to keep one foot (maybe two...) on the island. I think you noticed that, if you want to make a jump, you need your feet in the air at least a few seconds... So...

A good way to make a jump is to focus on the landing point. Otherwise you would never let go your position.

Now it’s time to accept that by teaching I can reach an audience much bigger, and help much more people. It’s time to accept that my expertise can help so many people, especially women over 40, to make their life lighter, more balanced, happier, and brighter. It’s time to share the treasures I found during the journey of transformation which brought me to a new sense of well-being, embracing healing.

I heard this call to work in the field of healing many years ago. I received initiations from healers, teachers, shamans and spiritual masters. The call had become stronger and stronger, but my resistance too. It’s been so comfortable stay “smaller” in my comfort zone and keeping giving bodywork sessions instead of teaching at a different level. But at a certain point my body stopped collaborating, apparently. Actually, it was just showing me the way to reconnect with my life purpose and passions. Because I love teaching so much. And I love also to do it through some humour. I have been a performer and artist for a lifetime, before to move to Canada 7 years ago. But moving to Canada made me feel in need to “stay small” for a while, stopping teaching, and just giving bodywork sessions.

Well, now I’m ready. I’m taking the leap.


Wow, I just landed on the other side of the river, out of the "island".

This is the reason why I’m showing you my Treasure Chest, that is just a glimpse of a journey of transformation that could be your journey too, because these transformational archetypes are working in every human being, beyond age and gender.


For many years, working also as a performer, I defined myself an “enlightening enter-trainer” because I love to teach though fun. Humor is an essential ingredient for any learning process.

I kept feeling the need of creating a "workshow" dedicated to women. But I felt like there was a missing piece. Then I found it.

I found Burlesque by reading a books by Leslie Zemeckis.


Burlesque ignited “the fire of transformation” and triggered the alchemic process which brought me to create this show. I took some classes at the Arabesque Burlesque Academy in Montreal, and I finally created the show, adding just a sparkle of the Burlesque spirit.

How I can integrate Burlesque in my spiritual journey? Our body is our temple, and everything is “spiritual’ because spirituality is about experience. I will dedicate a post to that. It's about acknowledging the sacredness of our body and femininity. And it's about respecting our nature.

I’m deeply grateful to my friend Dominique Robertson who connected me with “The Coost” to realize these videos. And I'm deeply grateful to everybody who is supporting me in this journey.

If you need to take a leap, remember that it's never "too late". There is always time, and a way (or more...) to do it.

_______________________________


Se vuoi fare un salto ... Sono felice di aprire per voi "The Treasure Chest" (ovvero il mio scrigno del tesoro) e di mostrarvi un assaggio di un viaggio di trasformazione, condividendo con voi sia il video della mia intervista con "The Coost" (per una serie di interviste con artisti donne di Montreal e dintorni), sia il video trailer dello spettacolo menzionato nell'intervista. The Treasure Chest è uno show di danza di 30 minuti che eseguo nel corso del mio workshop "Dedicato alle Donne - La Dea interiore". Per questo motivo lo chiamo "workshow". Il potere della danza è stato utilizzato fin dall'inizio dei tempi nelle cerimonie e nei rituali, e la danza è uno dei mezzi che uso per convogliare energie specifiche e trasmettere diversi "stati di coscienza" al mio pubblico. Ma per la prima volta mi sono sentita quasi obbligata a creare una performance in cinque passaggi, al fine di trasmettere quattro livelli specifici di iniziazione, più un quinto che integra i quattro precedenti. In effetti, The Treasure Chest riguarda le fasi Lunari e i relativi Archetipi della Dea, la Natura, le sue Stagioni ed Elementi e le connessioni tra tutto quanto detto sopra con la femminilità. Riguarda i "riti di passaggio" e quei ritmi interiori da cui troppo spesso viviamo disconnesse. The Treasure Chest riguarda la rinascita e la trasformazione del "piombo in oro", il trasformare sfide e limitazioni in risorse e opportunità. Quando parlo di "limitazioni", parlo sempre sia di ciò che percepiamo come un limite nella nostra vita, sia dei limiti del nostro ego, rispetto al nostro vero Sé. Riguarda la resilienza e la bellezza delle donne. Riguarda l'integrazione, la guarigione e il riconoscimento che non esiste consapevolezza spirituale senza un corpo attraverso il quale possiamo sperimentare la Vita.

Se vuoi fare un salto...   The Treasure Chest parla di "cambiamenti di pelle", di amore, passione, dolore e rinascita. Ho sofferto recentemente perché ho dovuto lasciar andare qualcosa che amo, che fa parte del mio lavoro da molti anni. Sto attraversando un profondo cambiamento di pelle grazie all'incorporazione e integrazione di quel "fuoco di trasformazione" che ora, invece di "bruciare dentro" dolorosamente, sta finalmente rimodellando il mio stile di vita. Sto facendo un salto in avanti verso l'integrazione, riconoscendo l'interconnessione di spirito e materia, luce e oscurità, nell'Unità. Ci vuole così tanto tempo, a volte, per capire cosa deve essere cambiato per esprimere il nostro vero Sé e la nostra natura reale. Sono fortunata, perché quando ho iniziato a soffrire di sintomi di CFS / ME avevo già strumenti, consapevolezza, conoscenza ed esperienza per capire quali passi intraprendere per "trasformare il veleno in medicina" o "il piombo in oro". Alcune persone continuano a dire che "non è facile alla mia età" intraprendere una simile svolta e fare un tale salto, lasciando qualcosa che amo fare ed é stato sempre così gratificante: nel mio caso è il mio lavoro di bodyworker che offre sedute di lavoro sul corpo (integrazione strutturale Rolfing). Ma nonostante io abbia 54 anni, mi sento senza età e credo che l'impossibile possa essere trasformato in possibile.


Anni fa ho sentito la chiamata a insegnare, a condividere sia il metodo Move In Mind che ho creato per aiutare le persone a migliorare l'equilibrio mente-corpo, sia il percorso di guarigione e auto-realizzazione su cui sto camminando da quando ero adolescente. Ma ...Il bodywork è sempre stato un "terreno" che mi fa sentire sempre a mio agio, e che ora è diventato un limite che mi tiene bloccata su una metaforica isola circondata da un fiume... solo perché, invece di saltare dall'altra parte del fiume, ho continuato a mantenere un piede (forse due ...) sull'isola. Penso che possiate notare che, se se vuol fare un salto, si ha bisogno di entrambi i piedi in aria almeno alcuni secondi... Quindi... Un buon modo per fare un salto è focalizzarsi sul punto di atterraggio. Altrimenti non lasceremmo mai andare la tua posizione.   Ora, per me, é giunto il momento di accettare che insegnando posso raggiungere un pubblico molto più grande e aiutare molte più persone. È tempo di accettare che la mia esperienza possa aiutare tante persone, in particolare le donne sopra i 40 anni, a rendere la loro vita più leggera, più equilibrata, più felice e più luminosa. È tempo di condividere i tesori che ho trovato durante il viaggio di trasformazione che mi ha portato a un nuovo senso di benessere, abbracciando la guarigione.   Ho sentito questa chiamata a lavorare nel campo della guarigione molti anni fa. Ho ricevuto iniziazioni da guaritori, insegnanti, sciamani e maestri spirituali. La chiamata era diventata sempre più forte, ma anche la mia resistenza. È stato così comodo rimanere "più piccoli" nella mia zona di comfort e continuare a tenere sessioni di bodywork invece di insegnare a un livello diverso. Ma a un certo punto il mio corpo ha smesso di collaborare, a quanto pare. In realtà, mi stava solo mostrando il modo di riconnettermi con la mia vocazione, lo scopo e le passioni della mia vita. Perché io adoro insegnare. E adoro farlo anche attraverso un po' di humor. Sono stata un'artista da sempre, prima di trasferirmi in Canada 7 anni fa. Ma trasferirsi in Canada mi ha fatto sentire il bisogno di "rimanere nel piccolo" per un po', smettendo di insegnare e semplicemente dando sessioni di bodywork.   Bene, ora sono pronta. Sto facendo il salto... Caspita, sono appena atterrato dall'altra parte del fiume, fuori dall'isola.   Questo è il motivo per cui vi sto mostrando The Treasure Chest, che è solo l'assaggio di un viaggio di trasformazione che potrebbe essere anche il vostro viaggio, perché questi archetipi di trasformazione sono sempre al lavoro in ogni essere umano, al di là di ogni età e definizione di genere. Per molti anni, lavorando anche come artista, ho dato spazio all'humor perché amo insegnare anche divertendo. L'umorismo è un ingrediente essenziale per qualsiasi processo di apprendimento.

Continuavo a sentire la necessità di creare un "workshow" dedicato alle donne. Ma mi sembrava che mi "mancasse un pezzo". Poi l'ho trovato. Ho scoperto il Burlesque leggendo un libro di Leslie Zemeckis. Conoscere il Burlesque ha acceso "il fuoco della trasformazione" e ha innescato il processo alchemico che mi ha portata a creare questo spettacolo. Ho preso alcune lezioni all'Arabesque Burlesque Academy di Montreal, e alla fine ho creato il "workshow", aggiungendo una scintilla dello spirito originale del Burlesque. Come posso integrare il Burlesque nel mio viaggio spirituale? Il nostro corpo è il nostro Tempio e tutto è "spirituale", perché la spiritualità riguarda l'esperienza. A questo dedicherò un post.

Si tratta di riconoscere la sacralità del nostro corpo e della nostra femminilità. E si tratta di rispettare la nostra Natura.   Sono profondamente grata alla mia amica Dominique Robertson che mi ha collegato con "The Coost" per realizzare questi video. E sono profondamente grata a tutti coloro che mi supportano in questo viaggio.   Se devi fare un salto, ricorda che non è mai "troppo tardi". C'è sempre tempo e un modo (o più di uno...) per farlo.

#transformation #womanhood #healing #dance #goddess #archetypes #dea #nature #natura #guarigione #trasformazione #femminile

0 views
© 2018 by Monica Canducci. All Rights Reserved.