google-site-verification=7uKx5_fN3o3T5QzA32ghvf9sBTlYQ7L5-Vdakr72l3Q Dance Within

Dance Within

March 1, 2018

(Italiano in fondo) 

In my experience, dance is not something "to do". 

Dance is something that happens

When we experience the rhythm in our breathing,

when we become aware of our inner space, 

when we expand our perceptions

through our senses,

and we find a way to express all this 

in the space we call "outside",

enjoying natural, fluid, effortless movements, 

then, dance happens. 

 

It's a "dance within", because every movement comes from inside, from the awareness of breathing, from that intrinsic "core" which comprehends our viscera, deeper muscles, nerves and spine, and give us a sense of our “self".

 

In this experience, harmony and flow meet strength and power in the pleasure of gestures which follow and express the true and original nature, energy and organization of the body.

 

Dance is my way to integrate all the opposites and perceive them as complementary. It is my way to feel that all is One. 

 

When I dance, I let movements develop coming from my "core" through limbs, exploring the space around, grounding and orienting my body and senses in it, moving "my" space through it, interacting with it, breathing and bringing it inside...

Until the moment in which there is no more "inside" and no more "outside", but just the awareness of a moving space. And of new dimension of Being. 

 

 

Dedicated to M° Philiph B. Beamish, who illuminated the path leading me to dance.

 

Nella mia esperienza, la danza non è qualcosa da "fare".


La danza è qualcosa che accade.

Quando sperimentiamo il ritmo nella nostra respirazione,

quando diventiamo consapevoli del nostro spazio interiore,

quando espandiamo le nostre percezioni

attraverso i nostri sensi,

e troviamo un modo per esprimere tutto questo

nello spazio che chiamiamo "esterno",

godendo di movimenti naturali, fluidi, senza sforzo,

allora, la danza accade.

È una "danza dentro", perché ogni movimento viene dall'interno, dalla consapevolezza del respiro, da quel "nucleo" intrinseco che comprende i nostri visceri, i muscoli più profondi, i nervi e la colonna vertebrale e ci dà un senso del nostro "sé".

In questa esperienza, l'armonia e il flusso incontrano forza e potenza nel piacere dei gesti che seguono ed esprimono la natura vera e originale, l'energia e l'organizzazione del corpo.

 

La danza è il mio modo di integrare tutti gli opposti e percepirli come complementari. È il mio modo di sentire che tutto è Uno.

 

Quando danzo, lascio che i movimenti si sviluppino venendo dal mio "centro" attraverso le membra, esplorando lo spazio esterno, radicando e orientando il mio corpo e i miei sensi, muovendo il "mio" spazio attraverso di esso, interagendo con esso, respirando e portandolo dentro...

Fino al momento in cui non c'è più "dentro" né "fuori", ma solo la consapevolezza di uno spazio in movimento. E di una nuova dimensione dell'Essere.

 

Dedicato al M ° Philiph B. Beamish, che ha illuminato il sentiero che mi ha portato a danzare.
 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Featured Posts

Wishing you Happy Equinox

March 20, 2019

1/2
Please reload

Recent Posts

October 14, 2019